Fiori e piante in vaso

Innaffia il cactus giusto

Pin
Send
Share
Send
Send


Innaffiare un cactus non è un processo così semplice come potrebbe sembrare a prima vista. Il bisogno di acqua dipende dalle varie condizioni di detenzione, tipo e altre cose. Ma ci sono diverse regole specifiche che devono essere seguite rigorosamente.

L'irrigazione deve essere effettuata solo in condizioni di tempo caldo e soleggiato.

In caso di tempo freddo e piovoso, l'irrigazione è severamente vietata, perché è possibile ottenere risultati spiacevoli.

In particolare, questo si applica ai cactus del deserto, che possono facilmente marcire in caso di ipotermia.

In Russia, i fiori spinosi dovrebbero essere annaffiati al mattino. In serata, l'irrigazione dovrebbe essere abbandonata a causa del raffreddamento notturno, che è inerente al clima attuale. Inoltre, non è necessario riempire eccessivamente l'acqua. L'irrigazione dovrebbe essere fatta ad una temperatura positiva di almeno 10 gradi Celsius. Se ti astieniti da queste regole, il cactus morirà.

Sugo d'epoca

Il periodo del sugo per ogni specie è speciale. Durante la sua maturazione, il cactus sente la mancanza di umidità. Come calcolare la quantità d'acqua richiesta? Prima di tutto, dovresti prestare attenzione alla varietà di cactus. Ci sono varietà:

  1. Vista del deserto
  2. Vista tropicale

Vista del deserto senza pretese per l'umidità, indipendentemente dal tempo. In estate, l'acqua dovrebbe essere annaffiata circa due o tre volte in un mese, e in inverno non dovrebbe essere annaffiata.

Vista tropicale più estroso per l'umidità. Nel periodo estivo dell'anno, dovrebbero essere annaffiati a seconda dell'essiccazione del terreno, e in inverno è sufficiente solo due volte al mese.

Suscettibilità alla luce

Un ruolo importante è giocato dal luogo in cui si trova il cactus. Quando lo trovi sul lato meridionale e orientale, dovresti annaffiare più spesso, e se il lato occidentale e settentrionale, l'irrigazione dovrebbe essere fatta molto meno. Gioca anche un piatto speciale, che è un cactus. In una pentola di ceramica innaffiata molto più spesso che in plastica.

Le piante giovani, a differenza di quelle mature, hanno bisogno di una quantità molto maggiore di umidità, quindi dovrebbero essere annaffiate più spesso. Tuttavia, se il tuo cactus non cresce, l'irrigazione dovrebbe fermarsi.

Caratteristica dell'acqua e medicazione superiore

Come la maggior parte delle piante e dei fiori, acqua il cactus dovrebbe essere acqua filtrata. Puoi anche diluire quest'acqua con aceto, in un rapporto da uno a nove.

Le piante stesse sono piante specifiche, quindi, l'alimentazione dovrebbe essere la stessa. È estremamente indesiderabile acquistare miscele già pronte per i fiori o addirittura completamente vietate a causa della presenza di una grande quantità di azoto in esse, in cui la pianta può morire istantaneamente. Una quantità eccessiva di azoto nel concime porta a scoppiare la pelle e un gambo morbido sulla pianta. Tuttavia, una piccola quantità di azoto può essere consumata solo all'inizio della loro crescita, vale a dire in primavera.

Oltre alle miscele già pronte, dovrebbe essere usato come mangime. medicazione mineraleIl contenuto di cui include calcio, fosforo e potassio. Prima di aggiungere fertilizzante alla pianta, viene prima sciolto con acqua bollita. Nutrire la pianta dovrebbe essere solo la sera. Il giorno in cui si verifica la medicazione, è inoltre necessario assicurarsi che il terreno sia umido per tutto il giorno. E il giorno dopo, la pianta dovrebbe essere bagnata con acqua tiepida. Grazie a questa alimentazione, non sarà necessario il trapianto annuale della pianta.

Come innaffiare un cactus

In totale ci sono solo due modi corretti per innaffiare la pianta:

Primo modo È universale ed è quello di preservare la qualità della terra, pur non lanciandola. A causa di ciò, tutti gli additivi presenti nel terreno vengono salvati. Questo metodo è adatto solo ai giardinieri esperti che sanno esattamente quanta acqua versare e a che ora. La maggior parte dei giardinieri non sono grandi fan di questo metodo di irrigazione.

Il secondo metodo di irrigazione è quanta acqua è stata consumata. A differenza del primo metodo, il secondo aiuta a bagnare completamente la terra, ma allo stesso tempo aiuta a scovare i fertilizzanti necessari dalla parte superiore del terreno, il che è un grosso svantaggio.

Quanto spesso per innaffiare il cactus

La durata della vita di qualsiasi tipo di cactus dipende dalla frequenza della sua irrigazione.. La maggior parte delle specie vegetali proviene da territori africani, dove le terre aride sono diventate condizioni eccellenti per il loro sostentamento. Tali piante sono in grado di mantenere l'umidità in se stessi costantemente, mentre lo si utilizza in modo uniforme. Questa qualità li rende sensibili alle innaffiature rare. Tuttavia, frequenti annaffiature possono causare loro grandi danni.

Inoltre, ci sono altre varietà di cactus, che, al contrario, sono sensibili alle innaffiature più frequenti. In particolare, si tratta di specie vegetali forestali e tropicali. In questo caso, è necessario tenere conto della caratteristica di irrigazione di ciascun tipo particolare.

Quante volte hai bisogno di innaffiare il cactus nel periodo invernale?

In invernoOgni cactus dovrebbe essere posizionato nel luogo in cui la temperatura non sale a 20 gradi Celsius. È necessario scegliere un luogo fresco, ad esempio, mettere sul davanzale della finestra. È anche un ottimo posto per avere una debole quantità di luce, ma allo stesso tempo il luogo dovrebbe essere bello. Vale anche la pena considerare che il luogo non dovrebbe essere ventilato.

È necessario un luogo freddo per un cactus in modo che l'umidità nella pianta non evapori rapidamente e il cactus stesso non si asciughi. A condizione che il cactus sia in un posto del genere, dovrebbe essere irrigato una volta al mese, ma non di più. Se la pianta viene annaffiata più spesso, il luogo in cui si trova la pianta non ha abbastanza luce, allora il cactus smetterà di fiorire e il suo tronco sarà deformato.

L'inizio della primavera l'annaffiatura della pianta è fatta solo dalla fine di aprile, dopo che il clima caldo si è normalizzato. L'adattamento alla stagione calda può essere effettuato con annaffiature frequenti. Saranno sufficienti due irrigazioni al mese.

Frequenza di irrigazione

La necessità di cactus in umidità è predeterminata da molti fattori, tra cui:

  • specie,
  • condizioni di detenzione
  • periodo dell'anno.

Ad oggi, le varietà di cactus sono moltissime. Tra queste ci sono varietà che possono fare a meno dell'acqua per molto tempo, perché accumulano riserve idriche in sé stesse (ad esempio, le piante provengono dall'Africa). Ma allo stesso tempo ci sono i cactus per i quali una prolungata siccità è semplicemente distruttiva (specie tropicali e forestali). Pertanto, è importante considerare l'origine di una particolare specie.

Per quanto riguarda le condizioni di detenzione, tutto è abbastanza semplice: più è bassa la temperatura, meno deve essere l'irrigazione.

E, naturalmente, è necessario tenere conto delle raccomandazioni generali sulla frequenza dell'irrigazione dei cactus in base alla stagione. In inverno, la lunghezza della luce del giorno è significativamente ridotta, il che influisce sul tasso di crescita dei fiori. A questo proposito, il programma di irrigazione per la maggior parte delle specie di cactus si presenta così:

Affinché l'acqua penetri rapidamente nelle radici e non ristagni nella pentola, il drenaggio deve essere posto sul fondo della pentola e deve essere usato il terreno corretto (una miscela di torba, sabbia e terra universale).

Come innaffiare i cactus?

La maggior parte dei giardinieri innaffia il cactus nel piatto. Questo può essere fatto, ma bisogna tenere presente che l'acqua non dovrebbe cadere sul cactus stesso.

Per l'irrigazione in questo modo è meglio usare un annaffiatoio.

Ma ci sono più vantaggi nell'innaffiare i cactus nella padella quando l'acqua arriva dal fondo attraverso i fori di drenaggio. In primo luogo, il terreno nel vaso non viene lavato via e non vi è alcun rischio di bagnare il collo della radice, e in secondo luogo, l'umidità alle radici viene più veloce perché sono più vicini al fondo del vaso.

Pertanto, quando ti prendi cura dei tuoi cactus e li innaffia, devi tener conto non solo del loro aspetto, ma anche del periodo dell'anno, nonché delle condizioni del loro mantenimento.

Caratteristiche dei cactus d'innaffiatura

L'inumidimento frequente e abbondante del suolo è dannoso per le piante grasse: l'acqua sposta l'aria e impedisce alle radici di respirare. L'eccesso di umidità, la mancanza di ossigeno nel terreno provoca l'aspetto e la riproduzione delle infezioni putrefattive. Un'eccezione a questa regola è il cactus Schlumberger (zygocactus), che ama irrigazione abbondante e non cresce in una stanza buia. Le condizioni di detenzione, condizioni meteorologiche, varietà, stagione, influenzano la quantità di acqua necessaria alla pianta. Quindi, se una piccola pentola si trova in una stanza soleggiata, il terreno si asciuga rapidamente e il fiore ha bisogno di annaffiature abbondanti.

In estate, il cactus cresce attivamente, si sviluppa, quindi il terreno deve essere irrigato ogni mattina, e nei giorni di sole è anche necessario spruzzare. È importante dirigere il flusso non sulla stessa pianta, ma su di esso. Eccezioni: fichi d'india e cactus epifiti, le cui foglie possono essere lavate sotto l'acqua corrente. Nelle giornate nuvolose e piovose l'aria è umida, quindi è meglio rifiutare i trattamenti dell'acqua. Nelle fredde giornate autunnali, la frequenza di irrigazione dovrebbe essere gradualmente ridotta.

In inverno, è importante garantire un riposo casalingo: curare un'adeguata illuminazione del cactus, aria fresca e irrigazione minima. Meglio posizionare il vaso in un luogo fresco con una temperatura ottimale di 5-10 ° C. I cactus d'innaffiatura in inverno dovrebbero essere ridotti al minimo: per le grandi varietà, inumidire le grandi varietà 1-2 volte, per le piccole varietà, una volta ogni 2 settimane.

Cactus d'innaffiatura a casa

La chiave per una crescita di successo di qualsiasi impianto è la cura giusta. I cactus d'irrigazione regolari a casa non sono così semplici come potrebbe sembrare la prima volta. Ci sono molte sfumature che devono essere prese in considerazione quando si inumidisce il substrato: che acqua per innaffiare, quanto spesso, in che modo, cosa fare durante il periodo di fioritura del cactus, come e in che quantità nutrirsi.

I fioristi assegnano diversi metodi per annaffiare una pianta d'appartamento: attraverso un pallet o dall'alto. Un confronto di questi metodi è presentato nella tabella:

i nutrienti rimangono nel substrato più a lungo, la terra non viene erosa

difficile determinare la quantità d'acqua richiesta

il solito metodo, la superficie del terreno è completamente bagnata, il flusso dell'acqua è visibile

i nutrienti vengono lavati dallo strato superiore del suolo, con il rischio che l'acqua entri nel fusto

Per annaffiare piante spinose è consigliabile scongelare o piovere. Per coloro che non hanno la possibilità di raccoglierlo, si consiglia di utilizzare acqua bollita separata (non meno di un giorno) o calda. L'uso di acqua dura è indesiderabile: è meglio ammorbidirlo con torba o passarlo attraverso un filtro per rimuovere il cloro. Altrimenti, alla base del gambo apparirà una fioritura bianca - i sali di calcio saranno depositati. Ciò non solo rovinerà l'aspetto della colonna vertebrale, ma danneggerà anche la pianta.

Ricorda le regole di base:

  • la procedura di idratazione deve essere eseguita al mattino o alla sera, la cosa principale non è un giorno caldo,
  • utilizzare acqua calda (non inferiore a 12 ° С),
  • prendersi cura del drenaggio per evitare l'acqua stagnante
  • versare un filo d'acqua lungo il bordo della pentola per bagnare solo il terreno, ma non sulla pianta stessa,
  • è meglio non versare che versare
  • quando fiorisce, la pianta non si inumidisce eccessivamente: i boccioli cresceranno in processi,
  • a bassa temperatura e alta umidità è richiesta un'irrigazione rara (l'acqua dal terreno evapora lentamente), e viceversa
  • quando i fiori appaiono, non spostare il piatto, non girarlo, altrimenti i boccioli cadranno,
  • alcune varietà, ad esempio, Cereus, quando la fioritura deve essere spruzzata con acqua tiepida.

Non esiste un unico punto di vista sul concime dei cactus. Queste piante particolari richiedono un'alimentazione speciale. Pertanto, i componenti obbligatori del potere includono:

  • Azoto. Per le piante ordinarie, l'elemento chimico è necessario per la crescita. I fiori del deserto crescono lentamente. Se il suolo è altamente arricchito con azoto, avrà un impatto negativo sulla pianta: gli steli diventeranno acquosi e sciolti, la pelle si scoppierà, si formeranno cicatrici e ferite e i bambini cactus non saranno in grado di svilupparsi pienamente. Non si dovrebbe usare molto di questo elemento organico come condimento superiore, ma non si dovrebbe escluderlo completamente in modo che non si verifichi la fame di azoto. L'eccezione è il cactus epifita a crescita rapida.
  • Potassio. Un elemento vitale regola la crescita, forma una pelle densa, stimola la maturazione e la fioritura. La sua carenza può conferire alla succulenta una sfumatura di bronzo.
  • Calcio. Un materiale da costruzione indispensabile per spine, capelli e setole. Con la sua mancanza di apparato radicale diventa debole, le spine - morbide e la pianta stessa - fragili.
  • Il fosforo stimola la crescita delle radici, influenza la vitalità dei semi e la maturazione dei frutti.

Concimi organici I coltivatori di fiori sono usati raramente. Per vestire soluzioni liquide idonee che sono più facili da dosare. È importante osservare la concentrazione - 1 g di sali per 1 litro di acqua. Fertilizzare il terreno 2 volte al mese da marzo a settembre, nel resto del periodo i cactus non vengono nutriti. Se il tempo è piovoso per lungo tempo in estate, la quantità di medicazione superiore dovrebbe essere ridotta. Il metabolismo rallenta e la pianta non ha più bisogno di molte sostanze nutritive. Durante il trapianto fertilizzare il terreno non prima di 20 giorni.

Come innaffiare un cactus

Oltre alla frequenza, è necessario conoscere altre caratteristiche dei cactus d'irrigazione:

  1. Utilizzare per l'acqua di irrigazione con una temperatura di 36-40 ° C.
  2. L'acqua del rubinetto deve difendersi per almeno un giorno o passare attraverso il filtro. Utilizzare idealmente scongelato o acqua piovana.
  3. Per irrigare la parte superiore o inferiore, ogni coltivatore decide individualmente. Fai come preferisci, ricordando le peculiarità di ogni metodo (l'annaffiamento dall'alto è più conveniente, ma i nutrienti vengono lavati via dal terreno più velocemente; quando si annaffia nella padella, assicurarsi che l'acqua raggiunga le radici del cactus).
  4. L'eccesso di acqua è più dannoso per le piante grasse rispetto alla sua carenza.
  5. Di solito il cactus da fiore viene irrigato quando il terreno si asciuga.
  6. Puoi annaffiare al mattino o alla sera, ma in nessun caso un giorno caldo, questo è particolarmente vero per le piante situate nella luce.

Quante volte hai bisogno di innaffiare i cactus a casa

La stragrande maggioranza dei cactus viene annaffiata solo durante la stagione vegetativa. La maggior parte delle specie - in tarda primavera - all'inizio dell'estate e alla fine dell'estate - all'inizio dell'autunno. Qui è necessario descrivere brevemente il ciclo stagionale della massa principale dei cactus nelle collezioni europee. In inverno, il periodo dormiente, da metà primavera, l'inizio della stagione di crescita, nella seconda metà dell'estate, un breve periodo dormiente estivo e una nuova stagione di crescita alla fine dell'estate - all'inizio dell'autunno. Ma ci sono gruppi di cactus e altre piante grasse (in primo luogo, aizonovyh), i cui cicli di vita sono fondamentalmente diversi, e questo deve essere preso in considerazione quando li si prende cura di loro.

Anche sapendo come abbeverare correttamente i cactus, tieni presente che molti fiori non coincidono con il periodo di crescita! E qui c'è un problema: annaffiare o non innaffiare una pianta che fiorisce durante il periodo di riposo, per esempio, in inverno. Risolvendolo, è necessario prendere in considerazione una serie di circostanze. Una pianta adulta forte può normalmente fiorire senza irrigazione. Ma in una giornata di sole, quando la temperatura dell'aria sale in modo significativo, può essere irrigata. Una copia giovane o indebolita delle forze per la fioritura senza irrigazione potrebbe non essere sufficiente. È più sicuro trasferirlo in un luogo più caldo e più leggero (ad esempio una serra) e poi innaffiarlo. O accetta il fatto che la fioritura dovrà ammirare negli anni successivi. È più sicuro di annaffiare le piante vaccinate durante il periodo di riposo, ed è più saggio astenersi dall'innaffiare "difficili" o vulnerabili.

Ma anche durante la stagione vegetativa, i cactus vengono annaffiati con cura. Il principio di base è che è meglio non annaffiare che annaffiare eccessivamente. In condizioni climatiche fresche e umide, l'irrigazione non è necessaria, anche se la massa di terra si è asciugata completamente (eccetto per le piantine e le piante da radicamento). In caso di caldo secco, la miscela di terra dovrebbe essere costantemente bagnata, ma non si dovrebbe consentire il ristagno dell'acqua in una pentola o in un vassoio. (Vicino all'ottimale irrigazione a goccia, ma è, soprattutto in condizioni ambientali, tecnicamente difficile).

Innaffiare un cactus a seconda della sua posizione

Inoltre, molto dipende dal luogo in cui si trova il cactus e dal materiale con cui è fatto il vaso. Se la finestra è orientata a sud o est, soleggiato e caldo, dovrebbe essere irrigato più spesso, se la finestra è ombreggiata o orientata a nord o ovest, meno spesso. Se il cactus cresce in un vaso di ceramica, viene annaffiato più spesso, in una plastica, meno spesso. I cactus giovani e in rapida crescita richiedono anche un'annaffiatura più frequente rispetto agli adulti. Durante il periodo di riposo, quando i cactus non crescono, vengono annaffiati con molta attenzione, o non vengono annaffiati affatto.

Innaffiare cactus durante la fioritura

Molti coltivatori di fiori non sanno come irrigare adeguatamente il cactus Zeilman durante la fioritura e non si inietti, quindi fanno molti errori. Anche nella fase del germogliamento, prendersi cura della pianta diventa il più accurato possibile per prevenire l'eccessiva bagnatura del terreno. In effetti, come risultato di ciò, il fiore si butterà via i suoi fiori o li trasformerà in processi. Pertanto, le condizioni del terreno non dovrebbero cambiare. Nella maggior parte dei casi, germogli e processi sono formati dal lato ombra. Girare la pentola, riorganizzare la pianta con le gemme in un altro luogo è vietata, altrimenti la fioritura non arriverà.

Durante la fioritura, la pianta è in fase di risveglio dopo il letargo e, una volta completato questo processo, inizia un periodo di crescita attiva. Dopo che i fiori sbocciano, sono spesso innaffiati, perché la fioritura richiede molta forza dal cactus allungato. E se la pianta grassa non aiuta, non avrà abbastanza forza durante questo periodo, sarà molto malato. В некоторых случаях цветок опрыскивают, однако желательно проводить данную процедуру после цветения.

Ведь от прохладных капель воды кактус сбрасывает бутоны. Даже теплая, комнатная вода, проходя через пульверизатор, становится прохладной. Данный аспект следует учитывать во время ухода за цветущим кактусом. По завершению цветения, все увядшие цветы удаляют, но если необходимо вырастить семена, то сухой цветок оставляют. Poiché i petali dei fiori della pianta sono piuttosto carnosi, possono facilmente marcire e infettare l'intero cactus. Pertanto, il fiore ha bisogno di un monitoraggio costante. Le varietà del deserto di grandi cactus dopo la fioritura richiedono la sostituzione del terreno e del vaso, quindi vengono immediatamente trapiantati.

È questa regola fondamentale che i cactus principianti sono trascurati. Ahimè, con tutte le conseguenze.

Cactus d'innaffiatura durante il trapianto

La prima annaffiatura (se non è inverno), dopo tre giorni, è necessaria in modo che le radici danneggiate durante il trapianto non marciscano. Facciamo la prima annaffiatura di cactus con acqua calda, ma moderatamente, non finché l'acqua non fuoriesce dal drenaggio, e solo dopo altri cinque giorni la annaffiamo più accuratamente. Cactus richiede tempo per "annusare" l'acqua e spingere le radici assorbenti.

Questo è un normale trapianto quando il cactus è sano. Se durante il trapianto sono state rimosse molte radici o sono stati trovati segni di lesioni fungine su di loro, la prima irrigazione dovrebbe essere posticipata per almeno 7-10 giorni. Durante questo periodo, la spina può essere spruzzata un paio di volte con acqua calda. I cactus trapiantati in inverno non sono annaffiati affatto, ma conservati per 3-5 giorni nel calore, quindi inviati indietro per l'inverno. Con il contenuto sul solito davanzale caldo, il cactus dovrà annaffiare un po ', anche in inverno, in modo che non sia troppo esausto. Con i trasferimenti primaverili ed estivi, non mettere il cactus direttamente nel sole e nel calore, come una loggia solare, dove la temperatura può salire fino a 40 gradi. Questo porterà a gravi ustioni e rallenterà il tasso di sopravvivenza, i piccoli cactus in queste condizioni possono semplicemente morire. Quindi è meglio tenerlo all'ombra prima della prima irrigazione e la crescita del cactus. Il fatto che il cactus si sia abituato non è difficile da determinare, diventa notevolmente più spesso, la flaccidità e le rughe scompaiono, la corona diventerà più luminosa a colori.

Gli errori principali durante l'irrigazione del cactus

Tra gli errori commessi durante l'irrigazione dei cactus, i seguenti sono i più comuni:

  • irrigazione frequente, il terreno non ha la capacità di asciugare sul fondo,
  • acqua insufficiente, se l'irrigazione viene effettuata a piccole dosi, le radici non hanno il tempo di ottenere il volume d'acqua richiesto,
  • uso di acqua dura
  • innaffiando le piante svernanti in una stanza fresca, che fa marcire le radici.

Cura adeguata del cactus

Uno degli errori più comuni è la convinzione che i cactus siano curati, come le altre piante domestiche. E nella maggior parte dei casi è molto dannoso per la pianta. I cactus devono essere annaffiati, ma con moderazione, e se fai un programma d'irrigazione per le piante, per un cactus devi renderlo separato.

Se il cactus diventa pigro e avvizzito, questo è un segno che lo si annaffia troppo, ma se inizia a seccare, significa che c'è troppo poca acqua. Il cactus può essere annaffiato solo se la pianta è completamente sana. Dopo il trapianto in un altro vaso o dopo una malattia, è meglio non innaffiare la pianta per un po 'di tempo. Solo le radici assolutamente sane assorbono l'acqua.

Come trovare il regime di irrigazione ottimale per cactus è una domanda molto difficile, e il più delle volte può essere appresa solo con il tempo e l'esperienza. Poiché in condizioni diverse, anche i requisiti dell'impianto sono diversi. Il metodo di cura più comune è l'imitazione dell'ambiente naturale per la pianta, a seconda della stagione.

Irrigazione stagionale

Il cactus deve essere annaffiato quando arriva la primavera - la temperatura sale, diventa più lunga della luce del giorno e la pianta inizia a svegliarsi dopo lo svernamento. In questo caso, non devi sbrigarti, ma osserva attentamente la pianta. Per svegliare il cactus, fai piccoli spruzzi al mattino presto. La condensa si drenerà verso la base e darà un segnale alla pianta quando la molla si avvicina. Dopo che sono comparsi nuovi aghi o piccoli germogli, puoi annaffiare bene il terreno. In questo caso, non è possibile salvare, in quanto la prima irrigazione dovrebbe essere buona, a condizione che il drenaggio dell'acqua funzioni bene. Se l'acqua rimane nel terreno per lungo tempo, questo porterà alla decomposizione delle radici.

In primavera è necessario monitorare attentamente la temperatura dell'aria, perché se si versa un sacco di cactus a bassa temperatura (meno di + 10 ° C), la pianta potrebbe morire.

In estate, il cactus può essere annaffiato più spesso, osservando una semplice regola - mai acqua bagnata o terra bagnata. Puoi annaffiare sia attraverso il terreno che attraverso la padella. Entrambi i metodi hanno i loro vantaggi e svantaggi, quindi, se la pianta risponde bene ad entrambi i metodi, è meglio combinarli.

Con l'arrivo dell'autunno, il cactus deve essere irrigato sempre meno e la quantità di acqua ridotta. La pianta dovrebbe essere preparata per l'inverno. Entro novembre, il terreno dovrebbe essere già asciutto. L'inverno è un periodo di calma per un cactus, e se si riduce gradualmente l'irrigazione, la pianta tollera per diversi mesi senza acqua. Condizioni importanti per questo è l'opportunità di trovare un posto fresco per il cactus, dove la temperatura non sarà superiore a + 18 ° C, quindi è meglio rimuoverlo dal davanzale della finestra.

L'importanza di un'annaffiatura adeguata

Ogni pianta ha bisogno della quantità necessaria di luce, calore e, naturalmente, umidità. La giusta combinazione di tutti questi fattori, insieme ai fertilizzanti utili, sarà il garante della lunga vita della pianta, della sua fioritura e di un aspetto sano della gioia di tutti i membri della famiglia.

Per quanto riguarda i cactus, è importante prestare la massima attenzione durante l'irrigazione., perché queste spine del deserto sono molto sensibili all'umidità eccessiva che può rovinarle. È necessario cercare di creare per questa pianta il microclima in cui crescerebbe nel suo ambiente naturale, e questi sono luoghi piuttosto aridi e caldi, come i deserti. Allo stesso tempo, dovrebbero essere protetti dall'aridità eccessiva, specialmente dalle specie tropicali e forestali.

Quali parti della pianta (organi) in cui l'umidità è immagazzinata e immagazzinata in modo permanente? Risparmiare acqua da loro va nel loro folto gambodove ci sono tessuti speciali per lo stoccaggio e la ritenzione dell'umidità.

Modi e caratteristiche della procedura

Il volume d'acqua per l'irrigazione di questa specie vegetale varia a seconda della stagione, della temperatura dell'aria ambiente e dello stato del cactus stesso: dopo il trapianto, durante la fioritura, malattie, in particolare legate alla putrefazione di qualsiasi parte.

Ad esempio, nei giorni caldi, quando l'acqua evapora abbastanza velocemente, è necessario innaffiare questa pianta ogni giorno, mentre nei giorni freddi è possibile saltare questa procedura.

Che acqua innaffiare:

  • L'acqua più adatta per l'irrigazione e la spruzzatura è lo scongelamento o l'acqua piovana, ma in assenza di tale acqua, l'acqua semplice filtrata o stabilizzata dal rubinetto sarà abbastanza adatta. È necessario difendere l'acqua per almeno 24 ore in un luogo protetto dalla luce.
  • L'acqua non dovrebbe essere troppo calda o fredda - la temperatura ambiente è la più adatta.
  • L'irrigazione è più conveniente da eseguire al mattino o alla sera.

Programma approssimativo per l'irrigazione corretta:

  1. In estate In estate, queste piante spinose del deserto devono essere annaffiate una volta ogni 5-7 giorni, se necessario, mancando di annaffiare il giorno più fresco e piovoso. Maggiore è la temperatura nella stanza, più la pianta ha bisogno di umidità e irrigazione in estate, e viceversa.
  2. In inverno Durante la stagione di riscaldamento, quando l'aria interna diventa molto secca, è necessario occuparsi della scelta di un luogo adatto per la pianta, assicurandosi che sia protetto dalle correnti d'aria e allo stesso tempo sia sufficientemente fresco, al riparo dalla luce. Il cactus avrà una pausa in questo momento perciò è necessario annaffiarlo solo un paio di volte al mese, e qualche volta perfino meno spesso - una volta un inverno. Dipende dalle condizioni generali della pianta.
  3. Primavera e autunno irrigazione. In primavera e in autunno, l'annaffiatura del cactus dovrebbe essere fatta circa una volta ogni 10 giorni o una volta ogni due settimane, a seconda delle condizioni meteorologiche: in una giornata soleggiata e calda, la pianta avrà bisogno di più umidità.
  4. Dopo il trapianto. Immediatamente dopo il trapianto con irrigazione, è meglio aspettare e avviarlo non prima di dopo una settimana. Durante questo periodo, la pianta riprenderà i sensi e le radici sensibili delle piante danneggiate durante il trapianto saranno strette e ricoperte. Dopo la prima annaffiatura, che dovrebbe essere abbondante, è necessario attendere che il terreno sia completamente asciutto e attendere altri 5 giorni fino all'irrigazione successiva.
  5. Durante la fioritura Quante volte alla settimana hai bisogno di innaffiare la pianta durante la fioritura e dovresti farlo affatto? Durante il periodo di formazione delle gemme, è meglio lasciare la pianta da sola, e durante la fioritura stessa, acqua come al solito o leggermente meno frequentemente, rigorosamente come il terreno si asciuga, cioè circa una volta alla settimana.

È meglio controllare la secchezza del terreno non solo premendo un dito sullo strato superiore, ma con l'aiuto di un lungo bastone di legno sottile, incollandolo delicatamente nel terreno fino alla fine, dopo di che è possibile valutare il grado di asciugatura dell'intero suolo.

Istruzioni per l'irrigazione

Come eseguire correttamente la procedura:

  1. Prima di tutto, è necessario portare l'acqua nella bottiglia per l'irrigazione e, senza chiudere il coperchio, mettere in un luogo fresco e buio per riposare per 24 ore.
  2. Il tempo di assestamento può essere aumentato, ma in nessun caso può essere ridotto - l'acqua dovrebbe essere difesa per almeno un giorno.
  3. La quantità di acqua dipende dalle dimensioni del cactus.

Esistono due tipi di irrigazione dei cactus: è possibile irrigare tradizionalmente dall'alto, ma è possibile dal basso.

Nel primo caso, dovresti cercare di evitare l'acqua sulla pianta stessa e in particolare sul suo gambo. È importante inumidire solo il sistema di root.

Quando si annaffia dal fondo, l'acqua non viene versata nel serbatoio del cactus stesso, ma nella sua padelladove poi metti una pentola con una pianta. Con questo metodo, il piatto, ovviamente, deve avere buchi sul fondo e avere un buon sistema di drenaggio.

Il significato di questo tipo di irrigazione è il seguente: poiché le radici del cactus si trovano proprio sul fondo del terreno, vengono alimentate con umidità non dall'alto, quando l'acqua attraversa l'intero terreno, ma direttamente dal basso. Pertanto, le radici ottengono l'umidità di cui hanno bisogno e il gambo del cactus rimane asciutto. Questo è considerato il modo più conveniente per irrigare questo tipo di pianta.

Mangime aggiunto all'acqua

È importante ricordarlo per nutrire un cactus in inverno, durante il suo riposo, non è raccomandato, così come in caso di malattia o danni a qualsiasi parte della pianta. Cosa può innaffiare la pianta? I fertilizzanti minerali sono usati come standard per l'alimentazione: sali di potassio, calcio, fosforo e azoto, che vengono sciolti in acqua calda e morbida. Questi fertilizzanti possono essere acquistati in negozi specializzati.

Successivamente puoi vedere la foto del cactus:


Errori frequenti

  1. Bay. Irrigazione troppo frequente o troppa acqua può influire negativamente sulla salute del cactus, innescando il decadimento. Questa pianta di spine esotiche del deserto tollera un po 'più di aridità di un'annaffiatura eccessivamente abbondante.
  2. Acqua cattiva L'acqua dovrebbe essere morbida, priva di cloro o altre inclusioni chimiche. L'acqua non fa male a filtrare il solito filtro di casa.
  3. Umidità sullo stelo Con il metodo di irrigazione superiore, l'acqua viene versata sul gambo stesso, che dovrebbe essere rigorosamente evitato.
  4. Temperatura dell'acqua L'annaffiatura con acqua troppo fredda o troppo calda può causare malattie.

Cosa succederà se non segui le regole?

Nel caso di una baia di cactus, si può verificare la decomposizione del suo apparato radicale, che spesso è la causa della morte dell'intera pianta. Come salvare il cactus, se lo hai allagato: cosa fare? Se si verifica un errore di questo tipo e la pianta ha ricevuto una quantità eccessiva di umidità, attenersi alla seguente procedura:

  1. Ispeziona attentamente il cactus e taglia via tutto il marciume, lasciando solo un luogo sano, anche se è una piccola punta della pianta.
  2. Cospargere con un taglio, zolfo, carbone attivo frantumato o cenere e asciugare per circa 2 settimane.
  3. Quindi piantare delicatamente nel terreno, adatto per cactus e lasciare lì senza irrigazione per un paio di settimane.
  4. Butta via la parte marcia del terreno e risciacqua accuratamente la pentola con la soda.

Il rispetto del semplice, ma molto importante per le regole di innaffiatura delle piante contribuirà a mantenere il suo aspetto fiorito e sano, diventando una vera decorazione di ogni stanza. I cactus sono piuttosto modesti, quindi tutto ciò che è necessario per la loro cura è controllare il livello di umidità del suolo e, naturalmente, un luogo adatto con abbastanza luce, aria fresca e calore.

Regole di irrigazione a seconda della stagione

Quante volte innaffiare il cactus Blossfeld in primavera a casa e quante volte? In questo momento, la pianta inizia un periodo di crescita attiva, al suo posto di crescita appaiono spine verde chiaro. La succulenta viene versata in questo periodo una volta alla settimana e solo a temperatura ambiente. Quando le gemme appaiono sulla succulenta, l'irrigazione viene interrotta per una settimana o la rende minima. Poiché a causa del troppo pieno il fiore può buttare via i boccioli.

Come innaffiare un cactus in estate a casa e quante volte? In estate, la pianta viene annaffiata ogni 4-5 giorni, ma l'irrigazione dovrebbe essere sufficiente, cioè fino a quando il terreno non sarà completamente bagnato. Durante l'irrigazione l'acqua non dovrebbe cadere sul cactus, altrimenti il ​​suo gambo potrebbe marcire. Nei giorni più caldi, le piante grasse sono spruzzate. Ci sono alcuni tipi di fiori che richiedono un determinato indicatore di umidità, altrimenti non fioriranno. Per questo, la pianta è soddisfatta di una doccia calda o spruzzata, il che è molto importante nelle giornate calde e calde. Entro la fine di agosto, il fiore viene annaffiato a giorni alterni. Varietà di succulente e nomi choridocactus, phyllocactus, copyia e alcune specie di cactus cileni sono soli in estate, quindi sono meno abbeverati.

Quanto spesso per innaffiare il cactus in autunno a casa e quante volte? Nel periodo autunnale, l'acqua viene annaffiata mentre l'umidità aumenta o diminuisce. Di solito irrigazione in autunno non più di una volta alla settimana. Quando arriva il freddo, l'irrigazione si arresta del tutto o si riduce a una volta al mese. Tuttavia, in autunno, devi essere il più attento possibile, dal momento che il terreno sopra può essere asciutto e al suo interno può essere bagnato. Di conseguenza, c'è il pericolo di versare la pianta e il suo gambo.

Quante volte innaffiare il cactus spinoso in inverno e quante volte? Quando i cactus crescono in casa in inverno, la temperatura ottimale per svernarli è di 8-10 gradi Celsius. Molte varietà di irrigazione non sono generalmente richieste. I giovani esemplari e le piantine devono essere annaffiati una volta al mese. È molto importante tenere traccia dei giovani cactus proliferativi in ​​inverno. Se necessario, vengono posti in un luogo più caldo e controllano le condizioni del terreno, poiché anche l'essiccazione è pericolosa.

Annaffiatura dopo il trapianto di cactus

Tutti i giovani cactus vengono trapiantati una volta all'anno in primavera.

Gli individui adulti vengono trapiantati meno frequentemente, attraversando il tronco insieme al grumo di terra una volta ogni 2-3 anni. Per piantare scegliere vasi abbastanza ampi e abbastanza profondi. Più processo può essere visualizzato sul video. È importante tenere conto del fatto che le piante vecchie non tollerano bene il trapianto, quindi molte di esse possono essere lasciate in pace per 4-5 anni o più. Durante la fioritura il trapianto è indesiderabile, ma se è necessario, il lavoro è fatto, non scuotendo il terreno dalle radici. Questo aiuterà a non ferire la pianta.

Quante volte innaffiare un bokasana di cactus domestico dopo il trapianto? Di solito dopo di ciò la pianta non viene annaffiata per 3-4 giorni, e la più grande di loro per diverse settimane. In questo momento, il cactus passa il periodo di adattamento e richiede riposo. Si consiglia di riorganizzare il fiore dopo il trapianto a sud-est o est. Adatto anche ad un balcone ombreggiato o ad una piccola serra. Alcuni giorni dopo il trapianto, il fiore inizia ad annaffiare. In questo momento, sta crescendo attivamente, quindi il cactus deve essere insegnato alla luce solare. Per fare questo, ogni giorno il piatto viene estratto per alcuni minuti, e poi le ore in un posto più leggero.

Quale dovrebbe essere l'acqua?

Come innaffiare un cactus domestico e quale acqua? Solitamente per l'irrigazione l'acqua viene utilizzata a temperatura ambiente, ma non immediatamente dal rubinetto, ma viene depositata e addolcita. In inverno, annaffiato con acqua più calda. Per ammorbidire l'acqua dal rubinetto, aggiunge un po 'di torba e difendersi un giorno. È importante ricordare che l'irrigazione delle specie di cactus epifite dipende dalla stagione, dall'intensità della luce e dalle dimensioni della pianta. Ad esempio, in estate con tempo soleggiato e caldo, le piante grasse vengono annaffiate quasi ogni giorno. Fanno irrigazione solo al mattino, in modo che la terra possa seccarsi la sera.

Innaffiando Mammilyaria Cactus e Mix

Come innaffiare il cactus domestico mammilaria? Quando si coltiva questa varietà, è necessario conoscere i segni e che l'eccessiva bagnatura del suolo è dannosa per esso, altrimenti inizia a marcire. Innaffia il fiore mentre il terreno si asciuga. In inverno, non fa kvlazhnyayut. Durante i mesi più caldi, puoi spruzzarlo con acqua calda e stabile. Ogni due settimane nel terreno fai una vestizione liquida e prendi il cactus per strada. E se l'irrigazione e la cura sono giuste, allora in primavera questo succulento piace alla sua bella fioritura. I fiori appaiono nella parte superiore del gambo, sono grandi o piccoli.

Mummily è piantata nel terreno con un buon livello di drenaggio in modo che l'acqua nella pentola non ristagni. Pertanto, durante l'irrigazione, è necessario assicurarsi che l'acqua in eccesso vada nella padella e non rimanga nella pentola. Se una giovane mammilaria viene acquistata, immediatamente dopo il negozio viene trapiantata in una pentola nuova, ma non irrigata per diversi giorni. Il vaso di piantagione non dovrebbe essere profondo e abbastanza largo con sufficienti fori di drenaggio.

Come innaffiare il cactus in modo che ci siano aghi rossi?

Molti videro nei negozi belle, giovani piante grasse con aghi luminosi, come nella foto. La natura non ha dato tanta bellezza alla pianta, tutto questo è opera dell'uomo e della pittura. Существует два способа сделать иголки на кактусе разноцветными: при помощи крашенного грунта и окрашенной воды. Как поливать домашний цветной кактус, чтобы иголки были красными, синими или желтыми? Чтобы иголки суккулента приобрели нужную окраску, его поливают окрашенной водой. Для этого подходит обычный пищевой краситель. Постепенно грунт накапливает краску и передает ее цветку.

Nel secondo caso, come dipingere un cactus, la sabbia grossolana mescolata con una tinta viene versata sul terreno. Di conseguenza, la succulenta verde appare spettacolare sulla sabbia luminosa, che gradualmente conferisce il colore alle spine. Nel corso del tempo, la vernice si svergolerà e il cactus della tromba acquisirà un colore naturale. In media, la colorazione delle spine richiede 3-4 mesi. Un sacco di informazioni utili nell'articolo: come irrigare l'orchidea a casa in diverse situazioni?

Guarda il video: come favorire la fioritura delle cactacee (Agosto 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send